Rocio Morales e Roul Bova attendono il secondo figlio
2 agosto 2018
Show all

The Ferragnez Wedding: tutti i dettagli

Lui, Federico Lucia in arte Fedez, che più classico non si può. Abito blu notte, elegante ed essenziale, di seta, camicia bianca chiusa solo da un bottone dorato con impressa la Medusa, niente cravatta né papillon. Tutto firmato Versace ma stavolta senza nessun accenno alle stampe barocche, forse perché i suoi super tatuaggi bastano e avanzano: per le nozze si vedono solo i motivi e le grottesche sul collo e sulle mani. Nota romantica una rosa bianca all’occhiello del rever della giacca e poi passi lunghi sull’erba. Sottobraccio ai genitori emozionati, papà Franco e mamma Annamaria, bionda e chic, in un sontuoso abito di organza blu pavone di Dior.
Aspettando la sua bellissima Chiara Ferragni, nella dolce calura settembrina della Dimora delle Balze a Noto, esclusiva e blindata come fosse un summit globale, un po’ luogo da fiaba con le ghirlande a infiniti archi di verzura e di rose bianche e rosa che accolgono la sposa, e un po’ luna park per via della ruota panoramica che spezza la campagna siciliana.
Ed eccola Chiara al braccio del padre Marco Ferragni in un completo impeccabile anche questo blu. Dire che è bella è poco. È bellissima. Nell’abito da sposa di Dior, bianco e verginale se non fosse per quelle lunghe gambe che occhieggiano in trasparenza sotto la gonna di tulle dal lungo strascico. Un nota sexy che però non stona per la grazia di questa fortunatissima giovane donna e mamma felice di ‘Leoncino’, anche lui vestito da cerimonia con la camicia bianca, le bretelle e i pantaloncini blu. Un po’ imbronciato, forse intimidito da tante facce nuove, i capelli già biondi anche lui.

La trentunenne che con i suoi 14 milioni di followers sembra avere il mondo in pugno per dire “sì” al suo Federico si presenta col viso velato, lo sguardo dolcissimo, i capelli biondi raccolti in un semplice chignon a cipollina sulla nuca, in mano il bouquet di fiori bianchi come fossero di campo. Sono quelli che comunemente chiamiamo “nebbiolina” e tempestano tutto il percorso per arrivare al gazebo della cerimonia civile officiata dal sindaco di Noto.
Maria Grazia Chiuri, direttore creativo della maison Dior, ha creato per Chiara Ferragni un abito classico e al tempo stesso molto moderno, leggero e leggiadro, principesco per quel prezioso corpetto di pizzo che la copre pudico, sul seno, sulle spalle e sulle braccia. Accollatissimo. Un incanto, una visione di gioia. Che fa ripensare all’abito da sposa del 1956 di Grace Kelly sposa di Ranieri di Monaco.
Sembra una principessa la creatrice di The Blonde Salad e di infinite tendenze, accolta da sorelle e amiche che le fanno da damigelle tutte in lunghi abiti di chiffon rosa confetto firmati Alberta a Ferretti. Una festa strepitosa, che fa sognare.